Cocoa Girl, la prima rivista per bambine di colore. Finalmente!

4 months ago Attualità, Bambini57

Ai miei tempi c’era Cioè, ora non saprei… Ho sempre orientato mia figlia verso la lettura di libri piuttosto che di riviste. Tuttavia, sono sicura che non esiste una rivista per ragazze di colore. Oggi a colmare questa lacuna c’è Cocoa Girl, la rivista per dare fiducia e potere alle ragazze nere di tutto il mondo.

Durante il lockdown Serlina Boyd, mamma britannica, ha cercato qualche rivista per sua figlia Faith di 6 anni. Nulla la rappresentava effettivamente. Nessun contenuto editoriale parlava dei problemi che possono incontrare le persone di colore nella loro vita quotidiana. Le bambine nere corrono un rischio maggiore rispetto alle altre di essere criticate e insultate per il loro aspetto.

Il progetto Cocoa Girl

Cocoa-girl-cover-septCosì ha ideato e pubblicato un libro e la rivista Cocoa Girl per rafforzare la fiducia di sua figlia e di tutte le ragazze di colore. La rivista che si rivolge alle bambine di età compresa trai 7 e i 14 anni, tratta le loro problematiche e dà suggerimenti sia rivolgendosi direttamente a loro che ai loro genitori.

Le tematiche riguardano sia questioni di spessore come gli episodi di razzismo che possono accadere a scuola, sia suggerimenti di life style come i consigli per trattare i capelli afro. Inoltre, contiene interviste, curiosità e giochi.

Cocoa Girl è il primo magazine per ragazze nere! È stata lanciata a luglio e ha già venduto 11.000 copie. Non temete maschietti è in arrivo anche la versione Cocoa Boy, sarà disponibile da settembre.

Come riportato dall’Agenzia di Stampa Dire, la mamma neo-imprenditrice ha detto che moltissime bambine non avevano mai visto la foto di una loro coetanea di colore in copertina ed è convinta che questo sia un modo per sostenere il movimento antirazzista Black lives matter.

Condividiamo la sua fiducia e siamo convinte che queste novità facciano ben sperare in un mondo migliore.

Luciana

Luciana Spina, tante cose, ma qui soltanto blogger. Adoro osservare la realtà. Lo spirito critico e la concretezza sono, nel bene e nel male, le mie caratteristiche.