Teatro d’estate a Torino, inediti e anteprime Emanuela Loi rivive grazie a Elenonora Frida Mino

4 months ago Attualità46

Spesso le vacanze sono il momento per fare quello che non si riesce a fare durante l’anno. Tutto è più lento e forse ce lo si gode anche un po’ di più. Allora perché non considerare il teatro d’estate a Torino?

La città propone diversi spettacoli, come Shakespeare al Teatro Carignano. Se, però, volete qualcosa di inedito e adatto a tutta la famiglia, non potete mancare all’anteprima di Emanuela Loi: la ragazza della scorta di Borsellino.

Il teatro d’estate, come in ogni altro momento, può essere anche riflessione o recupero della nostra memoria storica. Emaunela Loi, è stata la prima donna poliziotto a restare uccisa in servizio in un agguato di stampo mafioso. Come molti altri agenti di polizia faceva parte del Servizio Scorte. Era stata assegnata alla scorta del Giudice Paolo Borsellino e il 19 luglio 1992 ha perso la vita. La mafia ha ucciso il giudice che la combatteva e ha tolto la vita a una ragazza di solo 24 anni che credeva nella giustizia e nella legalità.

Crede profondamente nella legalità anche l’attrice Eleonora Frida Mino che, insieme a Roberta Triggiani, ha ideato lo spettacolo Emanuela Loi: la ragazza della scorta di Borsellino.

Il mio appuntamento con il teatro d’estate

Questo inedito monologo teatrale verrà presentato dall’attrice, in anteprima, giovedì 18 luglio 2019 a Torino presso Binaria. Non si tratta di un teatro, bensì di un luogo non convenzionale, molto significativo.

Lo spettacolo è adatto a tutti, anche ai bambini dagli 8 anni in su e si terrà all’aperto.

Racconterà la storia di Emanuela Loi attraverso una ragazzina, Flo, che comunica alla classe cosa desidera fare da grande, scatenando battutacce e prese in giro. La giovane non risponde alle provocazioni e condivide quello che ha scatenato la sua decisione.

Dopo aver assistito a “Per questo mi chiamo Giovanni” e conosciuto Eleonora Frida Mino, mi sento di consigliare con il cuore questa proposta di teatro d’estate a Torino. Questo genere di rappresentazioni suscitano riflessioni nei più giovani e indagano punti di contatto tra generazioni differenti. Inoltre, sono un modo per parlare ai ragazzi di bullismo e condivisione, di legalità e coraggio e di realtà e desideri.

Mettete il teatro d’estate a Torino!

Luciana

Luciana Spina, tante cose, ma qui soltanto blogger. Adoro osservare la realtà. Lo spirito critico e la concretezza sono, nel bene e nel male, le mie caratteristiche.