Violenza sulle donne, bisogna parlarne Noi lo abbiamo fatto ieri durante il nostro evento

7 months ago Attualità86

Il 25 novembre 2017 questo blog debuttò con l’intervista ad Anna Zucca, allora Presidente di Donne & Futuro Onlus. A distanza di un anno siamo tornate sullo stesso tema: la violenza sulle donne, ma lo abbiamo fatto organizzando un incontro informativo e divulgativo aperto alla cittadinanza per fare luce ogni giorno su ogni forma di abuso e sopruso.

Ieri sera durante il dibattito, dal titolo “Parliamo di… Violenza sulle Donne”, che si è tenuto presso il Gruppo Abl in Corso Regio Parco 42 a Torino a partire dalle 18, abbiamo aggiunto dei tasselli importanti.

Con l’aiuto di Silvia Lorenzino, avvocato e vicepresidente di Centri Antiviolenza E.m.m.a. O.n.l.u.s., Maria Grazia Tripodi, avvocato e vittimologa e Anna Zucca, oggi presidente di Centri Antiviolenza E.m.m.a. O.n.l.u.s., abbiamo fatto un percorso in un fenomeno che non è affatto distante da noi, anzi molto più vicino di quanto pensiamo.

La violenza che tocca una di noi, tocca tutte noi – Anna Zucca

Allora cosa possiamo fare?

  • Comprendere che la violenza sulle donne ha spesso origine in ambito famigliare ed ha una matrice culturale. Si alimenta sulla struttura della società.
  • Se siamo in pericolo oppure conosciamo qualcuno che è vittima di violenza la migliore cosa da fare è suggerire di rivolgersi ad un centro antiviolenza.
  • La donna deve in primo luogo acquisire la consapevolezza di essere vittima di violenza. La denuncia è un passo successivo.
  • La donna, prima di denunciare, va messa in sicurezza. Ecco perché è così importante rivolgersi ad un centro antiviolenza, dove si inizia un percorso tutt’altro che facile, ma utile per smettere di sentirsi in colpa, per trovare rifugio per sé e i propri figli e per elaborare i fatti necessari a costruire una denuncia completa.
  • Le donne vittime di violenza sessuale, stalking e maltrattamenti perpetrati da familiari e conviventi sono sempre ammesse al gratuito patrocinio (ossia l’avvocato è pagato dallo Stato).

 

Non siete sole, non è colpa vostra, rivolgetevi ad un centro antiviolenza!

Non giudicate mai, non fate domande, dite di rivolgersi ad un centro antiviolenza. – Lorenzino, Tripodi e Zucca

Il centro antiviolenza e.m.m.a. fa parte di D.i.Re. – Donne in Rete contro la violenza e sul loro sito puoi trovare il centro più vicino a te e tante risposte alle domande più comuni sul tema della violenza sulle donne, nonché cosa fare in caso di emergenza.

violenza sulle donne

violenza sulle donne

violenza sulle donne

 

Luciana

Luciana Spina, tante cose, ma qui soltanto blogger. Adoro osservare la realtà. Lo spirito critico e la concretezza sono, nel bene e nel male, le mie caratteristiche.