Feste: come sopravvivere a Natale & Co. 8 consigli per organizzarsi bene

1 year ago Eventi92

Nelle ultime settimane dell’anno le città si colorano di luci scintillanti, le vetrine dei negozi si vestono a festa e nell’aria c’è un’atmosfera tanto magica quanto carica di stress. Sono i giorni che precedono le feste in cui si corre come matti per cercare i regali giusti da fare, gli addobbi più belli da comprare e la spesa a cui pensare per pranzi e cene da condividere con le persone care. È tutto molto bello, ma anche estremamente faticoso… semplicemente è il Natale! Resistervi è impossibile, uscirne indenni è d’obbligo.

Ecco 8 consigli per sopravvivere alle feste:

  • Anticipare i regali: evitiamo di ridurci al 24 dicembre e magari proprio alle 18.30 in chiusura di negozi, per andare a comprare gli ultimi regali, sarà capitato almeno una volta a tutti! Fa male a noi che ci stressiamo inutilmente, alle nostre finanze perché, quasi sicuramente, presi dall’ansia compreremo qualcosa di inutile e costoso e ai commessi dei negozi che saranno esausti dopo giornate di lavoro interminabili. Facciamo in anticipo, almeno un mese prima, una lista di persone a cui fare i regali e stabiliamo un budget per ognuno. Così sarà più semplice individuare il regalo perfetto per tutti. E non dimentichiamo almeno un paio di “regali jolly”, quelli che ti salvano dalle situazioni critiche quando riceviamo un regalo inaspettato. Un guanto da cucina, dei sali da bagno o un dopobarba saranno perfetti per ricambiare la sorpresa. Una raccomandazione: non spendiamo tutto, ricordiamoci che a inizio anno ci saranno i saldi e rinunciarvi sarebbe un peccato.

 

  • Cenoni e pranzi: come per i regali giochiamo d’anticipo, stabilendo cosa, dove, quando e con chi. Predisporre per tempo i menu per i vari pranzi e cenoni ci permetterà di dare sfogo alla fantasia e magari coniugare alla tradizione la sperimentazione di un piatto nuovo. Decidiamo quali saranno le location delle varie feste: casa nostra, dei genitori/suoceri, amici, parenti o ristorante? Organizzare questo aspetto ci consentirà di arrivare con meno affanno alle fatidiche feste. La distribuzione anticipata dei compiti sarà di grande aiuto per noi e per chi condividerà con noi le feste. Così facendo anche la spesa diventerà divertente perché si eviterà la calca dell’ultimo minuto.  In questo modo rimarranno da comprare solo i “freschi” tipo il pesce o il pane ad esempio e tutto sarà più semplice.

 

  • Invasione dei parenti: “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi” così recita il detto. Nella maggior parte dei casi le feste sono un’ottima occasione per riunire tutta la famiglia. Rivedere zii e cugini lontani può essere piacevole. Talvolta, però, queste riunioni diventano delle vere e proprie torture fatte di interrogatori invasivi sulla propria vita privata, con domande a volte persino indelicate. L’importante è non farsi sopraffare dai “parenti-serpenti” e vivere in armonia questo momento è possibile. Come prima cosa lasciatevi guidare dal buon senso e fatevi scivolare addosso eventuali critiche. Fondamentale, poi, è acquisire una forte consapevolezza di sé e arrivare all’incontro il più rilassati possibile. Infine, aprite il cuore all’altro e soprattutto dimenticate, qualora ce ne fossero, vecchi dissapori e rancori inutili, così si crea un’autentica unità. In fondo anche se strampalata, allargata, piccola o grande che sia, è sempre la nostra famiglia, pertanto amiamola così com’è!

 

  • Dimentichiamo i social: lo so, è decisamente impopolare questa cosa, ma almeno per una volta all’anno limitiamone l’uso e dedichiamo la nostra attenzione alla realtà che viviamo. Concentriamo il nostro interesse sulle persone che sono realmente con noi e rimandiamo la condivisione agli amici virtuali in un secondo momento. Il mio consiglio è creare una scatola natalizia porta cellulari che custodirà i telefoni di ogni commensale, che verranno ovviamente riconsegnati dopo il pranzo o la cena. All’inizio questa cosa potrà spiazzare, visto che controlliamo il nostro smartphone in continuazione in modo quasi maniacale, ma sicuramente sarà ampiamente apprezzata da tutti. Per ovviare alla scusa “facciamoci una foto insieme” procuriamoci una macchinetta usa e getta oppure una macchinetta digitale. Delegare questo compito al nipote o allo zio aumenterà il divertimento e il coinvolgimento alla festa. Una sana disintossicazione dal cellulare non potrà che farci bene.

 

  • Occhio alla dieta: tra tavole imbandite di leccornie varie e la piacevole compagnia che fa allegria, si finisce con il passare il periodo delle feste con la mascella sempre in movimento. Con il disastroso risultato di accumulare chili di troppo che diventano difficili da smaltire. Introducendo più cibo di quanto facciamo abitualmente ne risentono anche il fegato e la pelle. Pertanto, mangiamo un po’ di tutto, ma senza esagerare, evitando il bis magari. Soprattutto seguiamo una dieta qualche settimana prima così da disintossicarci bene, per concederci a cuor leggero qualche sgarro in più dopo.

 

 

  • Effetto sorpresa: il Natale è in assoluto la festa dei bambini, soprattutto dei più piccoli che aspettano quest’evento tutto l’anno con ansia crescente, sperando sempre di vedere Babbo Natale. Tenerli a bada durante la chiusura delle scuole non è semplice, soprattutto se lavorando abbiamo poco tempo da dedicare loro. Quindi ottimizzare è la parola d’ordine: pianifichiamo insieme i compiti delle vacanze che avranno da fare per non arrivare a gennaio impreparati. Portiamoli a vedere il villaggio di Babbo Natale, in ogni città ce ne sono! Non potendo andare in Lapponia anche quello vicino casa li entusiasmerà tantissimo. Facciamo insieme dei biscotti, saranno felici di pasticciare con la mamma. La sera della vigilia lasciamoli senza fiato ingaggiando un Babbo Natale che consegnerà loro i regali. Custodiranno questo magico ricordo nel loro cuore per tutta la vita. Anche per me è stato così.

 

  • Cura dell’immagine: tra cene e pranzi da preparare, è di fondamentale importanza non trascurare il nostro look. Anche se super impegnate questo aspetto merita la massima attenzione. Non arriviamo alle feste in disordine e stanche, prendiamoci il tempo giusto per concederci una coccola e farci un regalo. Che sia un massaggio, un trattamento dal parrucchiere o l’acquisto di un nuovo abito pensiamo anche a noi. Pianificando in anticipo anche questo aspetto, non solo per noi, ma anche per i nostri bambini, marito o fidanzato, renderà tutto più semplice e meno faticoso.

 

  • Mollare tutto e scappare: perché no? Se le proprie finanze lo permettono e si dispone di qualche giorno di vacanza, il mio consiglio più grande è quello di lasciar perdere regali, parenti, pranzi interminabili, stress, nervosismo e traffico e fare una bella vacanza al mare o in una capitale. Le offerte abbondano anche in questo periodo. Sicuramente spiazzerete tutti, però, per una volta si può fare! Questo slancio di vitalità ripagherà ampiamente la nostra vita. Anche dall’altra parte del mondo sarà bello brindare alle feste.

 

Raffaella

Raffaella Cannavale, con la grande passione per l’organizzazione di eventi e matrimoni. Ho un unico obiettivo: rendere felici le persone rendendo unici e indimenticabili i loro momenti di vita. Metto cuore e passione nella realizzazione di ogni evento.