Crespelle gluten free: buone per tutti. Voi le avete provate con farina di riso?

1 month ago Food25

Vi piacciono le crespelle salate? A me sì! Così ecco a voi la mia versione di crespelle gluten free. Sono buone per tutti e facili da preparare poichè basta sostituire alcuni ingredienti con alimenti privi di glutine. Il risultato è impeccabile e nessuno si accorgerà della differenza con le classiche crepes.

Ingredienti:

3 uova

600 gr di latte

370 gr di farina di riso

un pizzico di sale

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

mortadella a fettine

prosciutto cotto a fettine

Formaggio a fette

Procedimento delle crespelle gluten free:

Prendete una ciotola capiente e mescolate la farina di riso con il latte (se siete intolleranti al lattosio potete usare anche altri tipi di bevande vegetalicon una frusta a mano. Aggiungete il sale e l’olio e mescolate ancora. Ora aggiungete le uova sbattute precedentemente ed amalgamate bene il composto.

In una piccola ciotola, versate un paio di cucchiai di olio e con un pennello ungete una padella antiaderente bassa (meglio se da crespelle). Fate scaldare la padella unta a fuoco medio. 

Quando la padella sarà calda abbassate la fiamma, mescolate il composto con la frusta e versate un mestolo di impasto nella padella.

Mescolate sempre il composto prima di prendere il mestolo di impasto poichè la farina di riso tende a depositarsi sul fondo.

Fate ruotare la padella per coprire tutta la superficie. Fate cuocere e poi girate con l’aiuto di una spatola. Mettete da parte le crespelle fino a finire tutto l’impasto.

Ora potete procede a farcire le crespelle gluten free a vostro piacere. Io ho scelto il prosciutto, la mortadella ed il formaggio. Sistemate il ripieno su metà crespella e poi ripiegate su se stessa. Scaldate le crespelle farcite prima di servirle… Buon appetito!

Anna

Anna, 39 anni, oltre ad essere una mamma, sono anche una grande appassionata di cucina rustica! Amo anche il basket, ma ormai ho appeso le scarpe al chiodo. Così ora mi dedico, con lo stesso entusiasmo, a pentole e fornelli per provare nuovi piatti e nuove versioni di quelli noti.